SPOILER NUMERO 2.. si aggiungerà al nostro STAFF INSEGNANTI.. per la sezione CONTEMPORANEA.. ***MURILO CASALE***

Le lezioni saranno TUTTE A NUMERO CHIUSO!!!
Chiama il 3490964268

Facebook photo

PER LA RUBRICA #boysdancetoo...

...hai un figlio che vuole iniziare il suo percorso con noi? Chiama il 3490964268 e scopri tutte le promozioni riservate ai ragazzi!!!

Facebook photo

💗🎈🌺 CORSO ADULTI: rivolto a ex ballerini, amatori e principianti..
NEWS 2020/21 SBARRA A TERRA !!!

Cerca i dettagli sul nostro sito
www.kinemacentrodanza.it

Facebook photo

💗🎈🌺 CORSO TEEN: per ragazzi di 12,13 e 14 anni che scelgono un percorso amatoriale! 🤸‍♀️

Facebook photo

Giorgiandrea, la nostra insegnante di danza moderna, intervista KATIUSCIA, mamma di A.

D: Da quanti anni porti A. a Kinema Centro Danza? Ricordi cosa vi ha portati a Kinema allora?

R: Come spesso accade, siamo arrivati al Kinema quasi per caso, per passaparola con altre amichette che già frequentavano la scuola di danza. Da allora sono passati più di 12 anni.

D: Anche se A. “da grande” non farà la ballerina, voi le permettete di continuare il suo percorso con noi. Perché?

R: Credo che il sogno di ogni genitore sia vedere la propria figlia felice ed è così che si sente A. quando entra in Kinema. Non importa se non farà la ballerina, sicuramente in questi anni ha imparato che qualsiasi sia il percorso a lei destinato, bisogna metterci passione, impegno, dedizione e tenacia. Non essere la ballerina “più brava” non vuol dire aver fallito, semplicemente che sei destinata ad altro.

D: A livello di impegno extra scolastico, come ha influenzato gli studi di A. il suo quotidiano impegno con la danza?

R: Quando A. ha deciso di studiare e allenarsi tutti i giorni a danza, ha dovuto prendere coscienza che bisognava pianificare con cura come distribuire il proprio tempo tra scuola e danza. Non è sempre stato facile trovare il giusto equilibrio tra dovere e passione, perché bisogna spesso rinunciare alla "vita sociale" tipica delle adolescenti, studiare ad orari impossibili, in angoli dello spogliatoio, mangiare in macchina correndo a lezione. Sai che non devi perdere tempo ed essere concentrata sempre. Quindi nonostante la fatica sicuramente anche lo studio ne ha tratto i suoi vantaggi e questo impegno quotidiano l’ha aiutata ad essere più precisa e puntuale, ad essere affidabile e responsabile verso se stessa e le compagne.

D: Parliamo di gruppo.. di amicizie! A. ha creato negli anni dei legami di amicizia molto forti con le sue compagne di danza. Quale credi sia il motivo?

R: Penso sia inevitabile che quando trascorri insieme così tanto tempo (ore,settimane,anni) si stringano poi legami forti e fondamentali per tutta la vita. Queste ragazze sono cresciute insieme, come in una “famiglia”, si conoscono con pregi e difetti, con limiti e obiettivi comuni, si sostengono nei momenti difficili, a volte si invidiano... ma poi la danza le aiuta a condividere le gioie, le emozioni e anche i meritati successi. Ancora una volta la passione per la danza vince su tutto e crea unione e affetto.

D: Puoi parlarci del rapporto instaurato con le insegnanti in questi anni?

R: Fiducia e rispetto sono sicuramente alla base del rapporto che si è creato in questo lungo e meraviglioso percorso di A., non solo tra insegnanti e allieva, ma anche tra insegnanti e famiglia.
In 12 anni di stretto contatto abbiamo creato complicità, c’ è tanto affetto, ammirazione. Gratitudine per aver comunque sostenuto e aiutato una piccola fanciulla a diventare una giovane donna.
A. ha un buon rapporto con tutte le sue insegnanti, ma senza dubbio un rapporto speciale con te, maestra Giorgiandrea. Il feeling è nato da subito, un po' per l l'età un po' per carattere. A volte sapere che nei momenti difficili sei stata amica, sorella maggiore, consigliera, consolatrice e sostenitrice di A.,ha rincuorato anche me come genitore.
Ho iscritto mia figlia ad una scuola di danza, 13 anni fa, e le ho donato una seconda famiglia di cui farà parte per tutta la vita. E questa è la magia di Kinema, così come Oriella l’ha creata. Non vi ringrazierò mai abbastanza.

..e niente, l’intervista è finita. Perché la commozione ha preso il posto alle parole.

Facebook photo